Home | Ultime News | Informazioni | Notizie | Itinerari | Vacanze | Lavoro e investimenti | Contatti

Informazioni utili per il turista in Florida

florida aereo
Partiamo con i permessi necessari. Non tutti sanno che per visitare gli Usa anche solo a scopo turistico, servono o un’autorizzazione specifica, denominata ESTA, oppure un vero e proprio VISTO. Informazioni in proposito sono presenti anche sul sito della Polizia di Stato ( http://www.poliziadi … t/articolo/view/1090 ) dove si specifica anche il tipo di passaporto necessario per poter usufruire delle procedure semplificate che consentono di utilizzare il sistema ESTA (Electronic System for Travel Authorization).
Insomma, se fate il biglietto aereo da Voi, non andate in aeroporto senza il permesso ESTA poichè NON VI FAREBBERO IMBARCARE!
La procedura per avere l’autorizzazione ESTA è piuttosto semplice e può essere fatta on line; i diritti da pagare sono modesti (circa 14 dollari), ma bisogna poi aspettare L’ APPROVAZIONE della domanda (in genere arriva in poche ore). Una volta ottenuta l’approvazione e stampato il tutto, bisogna portare questo documento con sè all’ imbarco e poi presentarlo anche alle autorità USA quando si faranno le pratiche di sbarco. L’autorizzazione VALE 2 ANNI.
Quando si arriva in USA bisogna poi espletare le pratiche relativa alla cosiddetta “Immigration“, cioè… mettersi in fila, farsi prendere le impronte digitali, farsi fare la foto e rispondere alle domande del funzionario addetto. Da poco presso l’ Aeroporto di Miami esiste anche un’area self-service con delle macchine che consentono di fare da soli una pre-autorizzazione per l’ingresso, che poi va mostrata all’ ufficiale, ma a nostro avviso non è una procedura così ovvia e quindi forse è meglio seguire la strada tradizionale. Passato questo filtro, si attenderà la valigia ai nastri e poi si dovranno espletare le pratiche doganali. Ricordatevi che vanno espressamente dichiarati importi superiori ai 10.000 dollari e che non si possono in genere portare alcuni tipi di alimenti (p.e. salumi, frutta, ecc…). Attenzione : ai nastri dei bagagli sono presenti dei simpaticissimi cagnolini della dogana. Sono piccoli ma con un fiuto eccezionale per gli alimenti e anche per i soldi (grosse quantità); spesso capita di vedere il turista di turno che deve aprire la valigia al funzionario poichè “segnalato” dal simpatico 4 zampe.
Solo a quel punto sarete “liberi” di stare sul suolo americano; spesso il passo successivo è “prendere la macchina”. All’interno dell’aeroporto di Miami, da qualche anno, vi è un Terminal dedicato agli autonoleggi. Il noleggio della “Alamo” tende ad essere quello più gettonato e dove si registrano lunghe file (non vogliamo qui parlare nè bene nè male di nessuno, ma è un semplice dato di fatto), mentre gli altri sono di solito più fluidi. Al noleggio attenzione a non accettare tutto ciò che viene proposto (assicurazioni di ogni genere, GPS, “Sunpass” cioè l’omologo del nostro “Telepass” della Florida, ecc…) se non si vuole che il prezzo finale lieviti molto rispetto quanto riportato nelle pubblicità. Occhio che qui si guida con cambio automatico…; ricordarsi pure che di norma al semaforo si passa anche con il rosso se…si deve girare a destra. La benzina costa poco (circa la metà che in Italia) e anche le regole per fare rifornimento sono diverse da quelle italiane, nel senso che va prima inserita la carta di credito in apposita fessura e solo dopo si può “iniettare” la benzina! Per chi ci va per la prima volta, forse non appare tutto così ovvio fin dal primo momento…

Voli : molto comodo il volo diretto da Roma con Alitalia (AZ 630) con partenza alle 10.35 e arrivo a Miami dopo circa 11 ore (volo reale effettivo, cioè da decollo ad atterraggio, 10 ore e pochi minuti), ma alle 15.40 locali (visto il fuso orario di - 6 ore); il ritorno invece (AZ 631) da un pò di tempo decolla da Miami alle 20.45 e arriva a Roma il giorno dopo alle 12.40 italiane. Il volo di ritorno mediamente dura circa mezz’ora di meno causa i venti favorevoli lungo la rotta (9 ore e 30 circa di volo reale).

Prezzi : a partire da 600 euro circa se prenotato con largo anticipo in Economy e con formula “non rimborsabile”; tariffe notevolmente diverse per l’utenza Business. I prezzi dipendono anche dai periodi, ma, mediamente, con circa 700 euro si riesce a fare andata/ritorno in Economy (consigliati i posti Comfort con un supplemento di 70 euro a tratta).
Come alternativa c’è anche l’ American Airlines che garantisce un volo diretto con Miami partendo da Milano Malpensa; prezzi generalmente in linea con la sopraccitata Alitalia.

Valuta: gli USA di norma non accettano Euro, che quasi dicono di non conoscere…per cui preparatevi con dollari (meglio di piccolo taglio tipo da 10/20) e carte di credito; è usanza in USA pagare anche piccoli importi con la Carta di Credito. Per ogni evenienza si consiglia di avere con sè almeno 2 carte di credito. Differentemente dalle discutibili leggi italiane in materia, qui si tratta però solo di usanze, per cui non c’è alcun divieto nè nessun limite (non come i 1.000 euro italiani…) se si volesse pagare in contanti qualsiasi importo (viva la libertà); si verrebbe semplicemente visti come “bizzarri” ma null’altro :-)

Patente e strade: per guidare va bene la patente italiana solo se si usa un veicolo dell’autonoleggio; se un turista volesse comprare l’auto come privato, la patente italiana non sarebbe più un titolo idoneo alla guida, poiché necessiterebbe la patente americana.
La strada più usata per spostarsi è la I 95 ed è gratuita, mentre sono a pagamento la Turnpyke (autostrada) ed alcuni ponti di collegamento tra la terraferma e Miami Beach, Key Biscayne, ecc…
La polizia stradale è severa e molto presente, per cui attenzione a rispettare i limiti di velocità e le indicazioni stradali in genere, comprese quelle sull’utilizzo delle corsie preferenziali (a volte riservate a chi è in auto almeno in 2 persone e simili…). Ricordiamo che negli USA si viaggia per file parallele e quindi non sono vietati sorpassi a destra se si rimane nella propria corsia. PS: tranquilli…la guida è a sinistra…come in Italia!

Telefonare : sembra banale ma più di qualcuno qui si perde! Per chiamare dall’ Italia è intuitivo, si fa 001 (prefisso USA) + prefisso locale + il numero. Per esempio quindi per chiamare sia un fisso che un cellulare di Miami si farà 001 305 (prefisso Miami) 123-4567. Miami può avere prefisso 305 (vecchi numeri) o 786…ma questo ora tralsciamolo :-). Il problema per molti è chiamare dall’ America . Per “uscire” con le chiamate dagli USA bisogna fare il prefisso 011 (no 00…) + prefisso Paese estero (p.e. 39 per l’ Italia) + il numero. Quindi per chiamare Milano : 011 39 02 12345678. Attenzione, molti telefonini italiani sono impostati con prefisso + 39 per cui se chiamate dalla rubrica il numero in genere non va. Va quindi composto manualmente con prefisso 011 39…..
In USA è facile attivare un telefonino prepagato, con AT e T o altri providers. Come in Italia vi sono vari profili e piani tariffari; occhio che i prepagati scadono! Se si spende poco (30 $) dopo 1 mese è scaduto,anche se ha del credito. Con AT e T, mettendo $ 100 il numero dura 1 anno; se poi si vuole mantenere lo stesso numero bisogna ricaricare altri 100 prima della scadenza dell’annualità. Molti italiani hanno quasi paura di usare il telefono in USA, ma a nostro avviso sono solo retaggi legati alle tariffe di oltre 20 anni fa….


 
Vai su
  1. JimmiNi

    Sabato, Ottobre 21, 2017 - 23:22:59

    5vTdog http://www.FyLitCl7Pf7ojQdDUOLQOuaxTXbj5iNG.com

  2. Mike Craig Sherington

    Mercoledi, Aprile 11, 2018 - 08:19:11

    I wonder why I did not thnink of starting to use your website a lot earlier. It really has some very informative stuff being uploaded by the team on regular basis.

  3. mobile legends cheat

    Mercoledi, Dicembre 4, 2019 - 07:30:20

    What’s up, I would like to subscribe for this webpage to take hottest updates,
    therefore where can i do it please help.

  4. ugly christmas sweater jumper

    Mercoledi, Dicembre 4, 2019 - 19:50:14

    I think the admin of this web site is really working hard for his website, for the reason that here every information is quality
    based material.

  5. z supply t shirt dress

    Giovedi, Dicembre 5, 2019 - 05:37:26

    Superb, what a weblog it is! This website gives helpful data to us,
    keep it up.

  6. ugly christmas sweater xxl

    Giovedi, Dicembre 5, 2019 - 15:25:35

    Pretty nice post. I simply stumbled upon your blog and wanted to
    mention that I’ve truly enjoyed browsing your weblog posts.
    After all I will be subscribing to your rss feed and I’m hoping you write again soon!

  7. mobile legends hack for diamonds

    Giovedi, Dicembre 12, 2019 - 20:26:55

    Amazing issues here. I am very glad to see your post. Thanks
    a lot and I am having a look forward to touch you. Will you
    please drop me a e-mail?

Aggiungi un commento

Compilate il modulo qui sotto per aggiungere i vostri commenti

Dati dell'utente





Aggiungi il commento