Home | Ultime News | Informazioni | Notizie | Itinerari | Vacanze | Lavoro e investimenti | Contatti

Amici inaspettati

scoiatttolo
Scoiattolino fotografato di primo mattino a Fort Lauderdale…
La Florida non offre solo paesaggi spettacolari e vita da spiaggia: la fauna, ricca e variegata, convive e si integra perfettamente nel contesto.


 
Vai su

Ristorante «U Tiki»: ambiente informale e cibo ottimo

u-tiki restaurant
Vogliamo segnalare l’ottimo “U-Tiki” di Jupiter (20 minuti a nord di Palm Beach). Luogo splendido, informale, bella musica, ottimo pesce e soprattutto aragosta superlativa!
Se visitate Jupiter, U-Tiki è una sosta obbligata!
Indirizzo completo: 1095 A1A Jupiter


 
Vai su

Florida, tutela e rispetto delle tartarughe

proteggere tartarughe
Quasi tutte le tartarughe marine che nidificano negli Stati Uniti continentali si concentrano in Florida, scavando da 40.000 a 80.000 nidi ogni anno, soprattutto lungo le spiagge dell’Atlantic Coast e lungo la Gulf Islands National Seashore. Ve ne sono cinque specie, tutte a rischio o in via di estinzione: tartaruga embricata, olivacea, caretta, liuto e verde. La tartaruga liuto è la più grande, raggiungendo 2,40 m di lunghezza e 585 kg di peso.
Durante la stagione di nidificazione, da maggio a ottobre, le tartarughe depositano da 70 a 1200 uova per ogni nido. Il periodo di incubazione dura circa due mesi, poi i piccoli escono dall’uovo e si dirigono verso il mare.
Contrariamente a quanto si racconta, non hanno bisogno della luna per trovare la strada. Devono tuttavia schivare gli uccelli affamati e non lasciarsi confondere dalle luci e dai suoni dei turisti che assistono alla schiusa delle uova. Nei prossimi articoli vi faremo sapere dove si trovano i punti di osservazione autorizzati, che offrono la migliore esperienza sia per il visitatore sia per le tartarughe.


 
Vai su

Benvenuti in Florida!

florida spiaggia 2
La Florida è uno Stato federato meridionale degli Stati Uniti d’America. Si estende su buona parte dell’omonima penisola ed è bagnata ad ovest dal Golfo del Messico, mentre a nord confina con gli Stati della Georgia e dell’Alabama e ad est si affaccia sull’Oceano Atlantico. Con 18 milioni di abitanti nel 2006, è il quarto stato più popoloso degli Stati Uniti. La sua capitale politica è la città di Tallahassee, ma l’area metropolitana più popolata è quella di Miami, che conta circa 5,5 milioni di abitanti.

La sua geografia è segnata da un’estesa linea costiera, dall’onnipresenza delle acque e della minaccia degli uragani. Il terreno è caratterizzato dalla bassa elevazione, costituito prevalentemente da rocce sedimentarie. Il clima varia dal subtropicale a nord, al tropicale a sud. Animali caratteristici sono il lamantino e l’alligatore.

Fin dalla sua scoperta nel 1513 ad opera dello spagnolo Juan Ponce de León, la Florida è stata una sfida coloniale per le potenze europee, prima di essere integrata dagli Stati Uniti nel 1845. Fu teatro di guerre contro gli indiani Seminole, e della segregazione razziale dopo la guerra civile. Oggi si distingue per la sua grande comunità cubana e la forte crescita della popolazione solleva questioni ambientali. La sua economia, che si è andata sviluppando dal tardo XIX secolo, si basa principalmente sul turismo, sull’agricoltura e sui trasporti. È anche nota per i suoi parchi di divertimento, per la produzione di arance e per il Kennedy Space Center.

La cultura della Florida riflette diverse influenze, quella anglosassone, indios, afro-americana e ispanica che si trova riflessa nell’architettura e nella gastronomia. La Florida ha attirato molti scrittori, come Marjorie Kinnan Rawlings, Ernest Hemingway, e Tennessee Williams.

È detta Stato delle Everglades, dal nome delle celebri paludi che sono una delle più famose attrattive turistiche.


La Florida è situata per la maggior parte su una grande penisola tra il Golfo del Messico, l’Oceano Atlantico e lo stretto di Florida. Si estende a sud-est su di una striscia di terra. Confina a nord con gli Stati di Georgia e a ovest con l’Alabama. È molto vicina alle isole dei Caraibi e particolarmente alle Bahamas e Cuba.

E’ suddivisa in 67 contee.


STORIA

I ritrovamenti archeologici dimostrano che la Florida era già abitata migliaia di anni prima che arrivassero le colonie europee. Delle tribù indigene le più conosciute sono gli Ais, gli Apalachee, i Calusa, i Timucua e i Tocobago. Non trascuriamo la presenza dei Seminole, fiera e nobile tribù che seppe resistere valorosamente per anni alla preponderante pressione militare e demografica degli Stati Uniti. Juan Ponce de León, un conquistatore spagnolo, impose il nome alla Florida il 2 aprile del 1513 in occasione della Pascua Florida (termine spagnolo per il periodo pasquale). Nel 1565 gli spagnoli vi fondarono San Augustìn che fu il primo centro europeo del Nord America. Nei secoli seguenti, sia i francesi che gli spagnoli crearono colonie nella penisola con fasi alterne di successo.

L’area della Florida spagnola diminuì con lo stabilirsi delle colonie inglesi a nord e francesi a ovest. Gli inglesi indebolirono il potere spagnolo nell’area aiutando le tribù indiane loro alleate a combattere quelle alleate agli spagnoli.

La Gran Bretagna guadagnò il controllo della Florida diplomaticamente nel 1763, tramite la Pace di Parigi, con cui fu divisa in una parte orientale ed una occidentale. I britannici tentarono di sviluppare la Florida con l’importazione di immigrati per creare lavoro, ma il progetto alla fine fallì. La Spagna riguadagnò la Florida dopo la sconfitta degli inglesi contro le colonie americane ed il conseguente Trattato di Versailles del 1783. A causa delle guerre di frontiera contro le tribù bellicose dei nativi, la regione fu di fatto occupata da truppe e coloni americani fin dal 1810-13. Alla fine, nel 1819, secondo i termini del Trattato Adams-Onís, la Spagna cedette la Florida agli Stati Uniti in cambio della rinuncia da parte statunitense di qualsiasi richiesta per quanto riguardava il Texas. Divenuta territorio autonomo nel 1821, entrò nell’Unione come 27º stato il 3 marzo 1845. Stato secessionista, fu riammesso nell’Unione solo nel 1868.

Vai su